Palermo: modificavano armi, in manette intera famiglia

in manette intera famiglia

Un’intera famiglia, nella propria villetta nella zona di Ciaculli a Palermo, si dedicava ad un’attività singolare: produceva e modificava armi.

A finire in manette padre, madre e il figlio 26enne che avevano attrezzato alcuni locali dell’abitazione a laboratorio e a poligono per testare le armi.

I poliziotti della Squadra mobile e del Commissariato “Zisa Borgonuovo”, che tenevano sotto controllo l’uomo, già noto per i suoi precedenti in materia di armi, stupefacenti ed altri reati, durante la perquisizione, hanno trovato, sotterrati all´interno del giardino, numerose armi e proiettili.

In particolare attraverso metaldetector e il contributo dei cani poliziotto “Dylan” e “Brando”, dotati di un formidabile fiuto per la ricerca di armi ed esplosivi, sono stati ritrovati, in due fusti in plastica, revolver, pistole automatiche alcune delle quali con la canna modificata, circa mille proiettili e numerosi silenziatori

Fonte: Polizia di Stato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo computer. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Privacy & Cookie Policy