Coronavirus, Caramanica di Rivoluzione Animalista scrive a Conte: “No al sovraffollamento nei canili”

Alla luce delle numerose segnalazioni pervenute da tutta Italia, da parte dei volontari, Rivoluzione Animalista è allarmata a causa del sovraffollamento dei canili, determinato dalla impossibilità di effettuare i trasferimenti di animali che hanno felicemente trovato adozione, a causa dei divieti imposti dal Governo a seguito dell’emergenza Covid-19. Risulta invece essere stata autorizzata, di recente, la consegna di cuccioli d’allevamento destinati agli acquirenti/proprietari anche mediante servizio di trasporto conto terzi quando l’urgenza di tale attività dovrebbe essere invece rivolta all’esigenza di dover salvare animali che, tolti dalla strada, avrebbero la possibilità di non dover marcire nell’isolamento di un box di un canile.

Così, in una nota, il segretario nazionale di Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica. Che, poi, sottolinea:

Quanto sta accadendo è inaccettabile e serve l’intervento subitaneo del Governo. Per questa ragione, nei giorni scorsi ho inviato formale comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri chiedendo di precisare l’ambito di applicabilità del decreto limitativo del diritto di circolazione dei cittadini italiani, prevedendo espressamente la possibilità per i volontari di poter effettuare le staffette e poter portare cibo e cure ai tantissimi animali che purtroppo sono rimasti in strada, nella piena osservanza di ogni norma di prevenzione del contagio.

A causa della empasse in atto, infatti, è a rischio la salute di migliaia di animali, letteralmente “intrappolati” in canali chiusi da settimane. Rivoluzione Animalista, nella pur consapevolezza del rispetto delle norme e dei limiti imposti dal Governo per arginare la diffusione del virus, non dimentica gli interessi fondamentali degli animali come esseri senzienti.

Per questo motivo considerata la situazione di gravissima sofferenza dei canili, Rivoluzione Animalista avalla l’esigenza del tantissimi volontari del ripristino immediato dei trasporti transregionali di animali destinati alle famiglie adottanti attraverso l’utilizzo di mezzi attrezzati ad hoc. Nel frattempo il partito mette a disposizione il proprio studio legale e l’Avvocato Annamaria Lovelli al fine di “approntare la più opportuna ed idonea difesa a quei volontari che siano incorsi nella elevazione di multe dovute allo spostamento di animali legato alla difesa dei loro diritti,

conclude il segretario Caramanica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo computer. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Privacy & Cookie Policy