4 consigli per superare il caldo estivo

L’IMPORTANZA DI RESTARE FRESCHI

Quest’anno l’estate si sta dimostrando molto calda e, quando le temperature sono così elevate, è importante cercare di restare freschi. Oltre ad una questione di comfort e benessere, mantenere la temperatura del corpo sotto certi livelli è una questione di sicurezza per la salute. Non dimentichiamo che i così detti colpi di calore o la sosta prolungata in luoghi troppo caldi possono essere molto pericolosi. A volte, purtroppo, persino mortali.

  1. I PERICOLI LEGATI AL CALDO
    Ogni estate si apprendono tragiche notizie circa le vittime del caldo. A farne le spese specialmente i più deboli: anziani e bambini. Quante storie di animali domestici e bimbi dimenticati nell’abitacolo dell’auto o anziani periti per eccessive temperature e disidratazione. Storie che purtroppo si ripetono ogni anno per distrazione e tragiche fatalità. Ricordiamo quindi che è importantissimo restare freschi in questo periodo, ad ogni costo.
  2. I METODI PER RESTARE FRESCHI
    Ovviamente per restare freschi bisogna prima di tutto evitare il caldo. Non esporsi al sole, dunque, o rimanere in luoghi assolati tra le 11 e le 16. Privilegiare, se siamo all’esterno per motivi di forza maggiore, luoghi freschi, ombreggiati e ventilati. Nelle giornate particolarmente afose, se siamo costretti fuori di casa nelle ore calde, cerchiamo dei luoghi freschi. Possono essere anche centri commerciali, aree di servizio, negozi, bar, dotati di aria condizionata. Non mettiamo a rischio la nostra salute e quella dei nostri cari.
  3. COME RESTARE FRESCHI IN CASA
    Ormai moltissime abitazioni sono dotate di impianti di climatizzazione, fondamentali per restare freschi anche in città, nelle giornate più torride. Un tempo si temevano gli effetti negativi dell’aria condizionata, specialmente su bambini e anziani. Oggi, fortunatamente, queste macchine sono dotate di efficienti sistemi di deumidificazione, dunque sono sicure. A patto che sia fatta una regolare manutenzione, pulitura dei filtri e siano impostate su temperature non troppo basse. Ventuno gradi è l’ideale. Chi non dispone di queste apparecchiature, deve tenere le persiane chiuse o le tapparelle abbassate nelle ore più calde. Favorire invece il ricambio d’aria nelle ore fresche, di buon mattino o in serata. Ci si può aiutare con dei ventilatori, per il ricircolo dell’aria, ma mai puntarli direttamente alle persone.
  4. ALIMENTAZIONE, IGIENE, ABBIGLIAMENTO E BEVANDE
    Privilegiamo cibi leggeri e freschi, tanta frutta e verdure, bevande fresche ma mai ghiacciate. Troviamo sollievo in docce tiepide o fresche. All’occorrenza frizioniamo il corpo con pezze bagnate. Scegliamo capi leggeri e comodi, in fibre naturali e colori chiari.

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *